Tag Archives: Pasquale Pugliese

don Milani Barbiana

La “difesa” militare non è più una virtù

A 50 anni dal processo a don Milani, un’altra idea di difesa della patria dalle aule di tribunale alle Aule parlamentari Il processo Il 15 febbraio del 1966 Lorenzo Milani veniva assolto nel processo di primo grado (non fece poi in tempo ad essere condannato nel secondo…), nel quale era accusato di “apologia di reato”

Continua

Ragazze Servizio Civile

Chi ha paura dell’impegno dei giovani per la pace?

Tra la risoluzione dell’ONU e i freni del governo italiano Lo scorso 9 dicembre è passata piuttosto sotto silenzio nei media italiani un’importante risoluzione, approvata all’unanimità, del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (la n. 260/2015) che riconosce – per la prima volta in un documento ufficiale – il ruolo attivo che i giovani possono svolgere

Continua

Ankara bomba

Da Kunduz ad Ankara, il varco attuale della storia è nonviolenza o barbarie

Un commento di Pasquale Pugliese, Segretario del Movimento Nonviolento, sugli avvenimenti degli ultimi temi e sulla necessità di rilanciare l’azione nonviolenta. Aldo Capitini, durante la sua militanza antifascista clandestina che formò una generazione di resistenti, nel 1937 riusciva a dare alle stampe alcune dense note in un libro il cui titolo – Elementi di un’esperienza religiosa –

Continua

Arena di Pace e Disarmo

2 giugno 2015: Festa della Repubblica disarmata

2 giugno, Festa della Repubblica disarmata Martedì 2 giugno, alle ore 11, presso il Liston 12 di piazza Brà a VERONA Conferenza stampa nazionale, in continuità con le iniziative degli scorsi anni di celebrazione della “Repubblica disarmata e nonviolenta che ripudia la guerra” Verrà presentata la conclusione della Campagna “Un’altra difesa è possibile” (lanciata all’Arena di Pace e

Continua

Emilia Romagna Pace Diriti

L’Emilia Romagna è per difesa civile, non armata e nonviolenta

Approvata dall’Assemblea legislativa regionale la risoluzione di adesione alla campagna “Un’altra difesa è possibile” Dopo l’attivazione di decine di comitati nei borghi e nelle città emiliane e romagnole, di centinaia di banchetti e inziative pubbliche, di alcune migliaia di firme raccolte (in questo momento in fase di conteggio e di registrazione), di una dozzina di

Continua