Castelnovo ne’ Monti aderisce ad #AltraDifesaPossibile

Enrico Bini sindaco di Castelnuovo ne' MontiNel corso del Consiglio comunale di giovedì 23 aprile, è stata approvata a maggioranza una mozione presentata dal gruppo Noi per Castelnovo ne’ Monti, che ha così sancito l’adesione del Comune, come diversi altri enti locali reggiani, alla campagna “Un’altra difesa è possibile”. La mozione citava l’articolo 11 della Costituzione: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”, e l’articolo 52, dove recita: “La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino”. “A partire alla sentenza 184/85 della Corte Costituzionale – si legge nella Mozione – la giurisprudenza stabilisce che la difesa della Patria è concretizzabile in varie modalità; quella prettamente armata e militare è solo una delle possibili, accanto a varie forme di difesa civile. In ambito europeo l’Italia ha sottoscritto il Trattato che adotta una Costituzione per l’Europa che sottolinea tra gli obiettivi dell’Unione quello di promuovere la pace, i suoi valori e il benessere dei suoi popoli”. Prosegue poi il documento: “Nonostante la drammatica crisi economica e sociale del nostro Paese, lo stanziamento per spese militari per il 2015 è di circa 23,5 miliardi di euro, una cifra superiore a quanto messo a bilancio per il 2012. L’obiettivo di questa campagna è quello della costituzione di un Dipartimento che indirizzi il contributo alla difesa civile con le autonomie e modalità di lavoro delle varie componenti oggi esistenti, fra cui il Servizio civile, i Corpi civili di pace, la Protezione civile oltre ad un ipotizzato Istituto di ricerca su Pace e Disarmo. 

Il finanziamento della nuova difesa civile dovrà avvenire grazie all’introduzione “dell’opzione fiscale”, quindi della possibilità per i cittadini, in sede di dichiarazione dei redditi, di destinare una quota pari al sei per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche all’incremento della copertura delle spese di funzionamento del Dipartimento per la Difesa civile non armata e nonviolenta ed al finanziamento delle attività dei Corpi Civili di Pace e dell’Istituto di ricerca sulla Pace e il Disarmo”. La mozione chiedeva dunque al Consiglio comunale ed al Sindaco di aderire alla Campagna “Un’altra difesa è possibile”, promossa dalle reti nazionali del movimento per la pace, la nonviolenza, il disarmo, il servizio civile, facilitando la raccolta delle firme per la Proposta di Legge di iniziativa popolare “Istituzione e modalità di finanziamento del Dipartimento della Difesa Civile non armata e nonviolenta”.

L’adesione è stata formalmente firmata dal Sindaco Enrico Bini una volta approvato il documento. Le firme per sostenere la campagna si raccolgono all’Ufficio anagrafe del Comune di Castelnovo, e nella sede della Croce Verde di Castelnovo, in via Boschi (dalle 7 alle 20). Maggiori informazioni su www.difesacivilenonviolenta.org.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>