Anche la sindaca Patrizia Calza firma per una difesa nonviolenta

Patrizia CalzaLa campagna “Un’altra difesa è possibile” continua il suo cammino a passo sempre più spedito e sono sempre di più le adesioni degli amministratori locali piacentini. Anche Patrizia Calza, sindaca di Gragnano Trebbiense e vice presidente della Provincia di Piacenza, ha firmato a sostegno della proposta di legge, durante la manifestazione della Domenica in Albis tenutasi lo scorso 12 aprile nel suo paese.
“Una proposta volta a concretizzare il principio sancito dall’articolo 11 della Costituzione – ha dichiarato Patrizia Calza – ai sensi del quale la Repubblica ripudia la guerra come strumento di offesa o comunque di risoluzione delle controversie internazionali. Ritengo sia un principio ancora più valido e condivisibile oggi in cui le guerre in corso provocano, per le modalità e gli strumenti di morte usati, migliaia di vittime civili. Uomini, donne e bambini strappati alla vita nella loro quotidianità.”
Prosegue inoltre la raccolta delle firme nei comuni della provincia piacentina. Da oggi fino al 30 aprile sarà possibile depositare la propria firma anche presso l’ufficio anagrafe del Comune di Carpaneto Piacentino (Lunedì, Martedì, Giovedì e Venerdì dalle 9.30 alle 11.30, Mercoledì  dalle 9.00 alle 12.30, Sabato dalle 9.00 alle 11.00) e presso l’URP del Comune di Podenzano (da lunedì a sabato dalle 8 alle 13 e il giovedì pomeriggio dalle 15 alle 18). Si ricorda la presenza dei moduli presso il QUIC di Piacenza e gli uffici anagrafe dei Comuni di Cadeo, Gossolengo, Gragnano, Pontenure e Rivergaro.

a cura del Comitato Provinciale “Un’altra difesa è possibile”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>